News, Alternative vegan e sostenibili

Cotton fioc e danni per l’ambiente. Come sostituirli? Sono davvero necessari?

Nell’elenco dei prodotti usa e getta banditi nella campagna per un mondo senza plastica abbiamo i famosissimi cotton fioc.

 

I cotton fioc sono utilizzati, a volte impropriamente, per pulire il cerume prodotto dall’orecchio.

Spesso vengono gettati nello scarico del wc, da lì arrivano nelle acque del nostro pianeta e sulle spiagge, causando dei danni ecologicamente catastrofici.

Dal 2019 in Italia è stata vietata la produzione e la vendita di cotton fioc non biodegradabili e non compostabili. Anche per questo esistono oggi i cotton fioc compostabili, che sostituiscono alla plastica il bamboo o la carta, una valida alternativa vegan e sostenibile per chi proprio non riesce a farne a meno.

Ma come si smaltiscono i cotton fioc?

  • Cotton fioc non biodegradabili e/o non compostabili (prodotti o comprati prima del 2019): vanno gettati nella raccolta indifferenziata.
  • Cotton fioc compostabili: vanno gettati nell’umido/organico

Ma è davvero così indispensabile utilizzare i cotton fioc?

In realtà i cotton fioc, oltre ad essere una piaga per l’ambiente, sono spesso stati usati in maniera poco sicura, dunque pericolosi per il nostro udito.

Diversamente da quanto si  crede, il cerume non è un nemico da demonizzare. Il cerume è il risultato di un’ azione di difesa del nostro organismo, difesa senza la quale le nostre orecchie non sarebbero lubrificate correttamente.

Questa sostanza dalle proprietà antimicotiche e antibatteriche protegge la parte interna del nostro orecchio da ospiti indesiderati come sporcizia o detriti.

Esso infatti è una sostanza naturale che  mantiene l’ambiente nel condotto uditivo acido e costituisce una barriera fisica contro sostanze estranee come acqua, insetti e polvere.

Diverso è se parliamo della presenza di tappi di cerume, situazione che richiede di dover consultare il proprio medico ed effettuare una visita specialistica.

L’ orecchio inoltre è un organo auto-pulente: cerume e pelle morta vengono gradualmente spinti verso la parte esterna dalle piccole ciglia presenti nel condotto uditivo. Pertanto in realtà non è affatto necessario utilizzare i cotton fioc, specialmente per la parte interna, che rischia di essere danneggiata a causa di un eccessiva pressione, inavvertitamente esercitata con la mano, durante la pulizia.

I cotton fioc dovrebbero essere utilizzati solo per la parte esterna, ma anche in questo caso la pulizia della parte esterna può essere effettuata con semplice acqua e sapone e un panno umido.

Assicurare la pulizia dell’orecchio è fondamentale per evitare problemi all’udito, allo stesso tempo è importante peró preservare le delicate parti interne dell’orecchio.

E allora l’unica soluzione è questa: basta cotton fioc!

Raccontaci un pó: come procede l’eliminazione dei cotton fioc dalla tua vita ?

Non perdere il prossimo articolo sul blog con altre info e consigli interessanti per una vita più vegan e sostenibile!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *